Dott.ssa Patrizia Gilardino

Mastopessi

La riduzione mammaria e la mastopessia sono interventi predisposti al fine di migliorare l’aspetto di mammelle voluminose e/o pendule mediante il loro rimodellamento e, se necessario, la riduzione del loro volume. I due interventi sono tecnicamente molto simili, si eseguono in ricovero in anestesia generale o locale con sedazione e generalmente richiedono una notte di permanenza in clinica. L’intervento dura circa un’ora e mezza. Disegni e misurazioni. Essi sono parte integrante ed essenziale in preparazione all’intervento.

Si eseguono prima dell’anestesia a paziente in posizione eretta; rappresentano una guida per le incisioni durante l’operazione quando la paziente è in posizione supina. L’intervento consiste nella rimozione di parte della cute e eventualmente dei sottostanti tessuti della mammella, spostando l’areola più in alto e rimodellando i rimanenti tessuti in una configurazione più alta e armoniosa. Le cicatrici lasciate da questo intervento, quantunque tendano a rendersi meno evidenti col tempo, sono permanenti. si può avere solo una cicatrice periareolare oppure in associazione una cicatrice verticale o, se necessario, anche una cicatrice nel solco sottomammario; di quest’ultima può essere prevista approssimativamente la lunghezza in fase preoperatoria.

Non vi sono cicatrici al di sopra dell’areola. Le suture vengono rimosse dopo circa 10 giorni. Le attività lavorative e sociali saranno abbastanza limitate per la prima settimana dopo l’intervento.